In Gelotologia

Gli effetti positivi del ridere non si manifestano solo a livello psicologico, ma anche e soprattutto fisico. Lo confermano decine di studi scientifici.

Questi tipo di studi rientra in una branca della medicina che è stata chiamata PsicoNeuroEndocrinoImmunologia (PNEI). Per la precisione essa studia il rapporto tra il sistema nervoso, il sistema immunitario e il sistema endocrino. Da questi studi si è evinto che all’interno dell’organismo nulla viva separatamente.

Dalla PNEI è nata una disciplina ancora più applicativa, la gelotologia (dal greco “gelos”, cioè “riso”), la quale indaga sulla stretta relazione tra il fenomeno del ridere, le emozioni positive e la salute.

Gli studiosi dell’Università del Maryland a Baltimora affermano che la risata è in grado di stimolare l’espansione dell’endotelio, il rivestimento interno dei vasi sanguigni, favorendo così il passaggio del sangue (cosa che avviene quando svolgiamo attività fisica).

Lo studio svolto ha visto coinvolti venti volontari. Tramite ultrasuoni si è misurato il flusso sanguigno nell’arteria del braccio, prima e dopo la proiezione di due film, uno allegro, “King Pin”, una commedia dei fratelli Farrelly, e uno drammatico, “Salvate il soldato Ryan” di Spielberg.

Durante il primo film tutti le persone coinvolte nell’esperimento, tranne una, hanno mostrato arterie rilassate e un incremento del flusso di sangue per un tempo che andava dai 30 ai 45 minuti. La situazione opposta si verificava con le stesse persone quando assistevano alle sequenze, spettacolari e violente, dello sbarco degli Alleati in Normandia. In 14 dei 20 spettatori coinvolti nell’esperimento le arterie si restringevano e il flusso sanguigno diminuiva.

Da questo studio è venuto fuori che mediamente il flusso del sangue aumenta del 22% come conseguenza della risata e si riduce del 35% durante uno stress mentale. Ovviamente il risultato varia da persona e persona, ma appare evidente che tutto quello che condiziona lo stato emozionale di un individuo ha una influenza importante sul cuore.

Gli studiosi dell’Università del Maryland sottolineano che la risata aiuta a mantenere un endotelio sano. L’endotelio è il punto di partenza dei processi che portano all’aterosclerosi, cioè all’indurimento delle arterie e al loro restringimento: si tratta come risaputo di condizioni che aumentano il rischio di infarto e di ictus. Si capisce bene, dunque, come il riso, al pari dell’attività fisica, possa ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.